buzzoole code

La comunicazione efficace parte innanzitutto da te.

Devi iniziare una lotta con te stesso/a non indifferente per riuscire a trasmettere con efficacia un messaggio a qualcuno/a.

Perché il più grosso ostacolo siamo noi, le nostre convinzioni (errate), i nostri blocchi mentali e le paure che non sappiamo affrontare.

Quindi se vuoi comunicare mettiti a nudo, gioca a carte scoperte con te stesso ed analizzati nel profondo.

Hai bisogno di una buona cassetta degli attrezzi che comprende:

  • Buona volontà, tanto impegno, una dose massiccia di pazienza e molta costanza
  • Alta competenza nel tuo campo
  • Disponibilità a mettere in discussione le tue scelte passate e quelle che farai, per non sentirti mai arrivato/a

Dopo che ti sentirai pronto/a a lottare contro ciò che di istinto crederai sia giusto fare, mettendolo in discussione, potrai dirti pronto/a per iniziare un percorso che ti porterà a comprendere come funzioni il mondo della comunicazione.

Dovrai rassegnarti al fatto che il tutto e subito non esiste, che senza la tua reale e professionalità “il gioco non funzionerà” e bisogna che ricorderai a te e a chi ti circonda che è la goccia a scavare la pietra.

Però, i rischi non finiscono qui.

Subentreranno altre tentazioni, quali?

  • Il dire “ho/abbiamo sempre fatto così”
  • Pensare che “il tuo settore sia particolare e diverso dagli altri”
  • Pensare di sapere come si fa, quando lo si fa perché hai un modello in mente da imitare

Lo spirito di conservazione, con un mix di pigrizia mentale a seconda dei casi, è uno dei freni che ci impediscono di cambiare le nostre abitudini sbagliate oppure non adatte al contesto in cui ormai ci troviamo.

È giusto studiare, ascoltare, seguire dei modelli: professionisti affermati che condividono il loro sapere e i loro consigli. Ciascuno di noi si immedesima, apprezza, stima, a volte “venera” chi è più incline al proprio essere e più simile ai valori che portiamo dentro.

Ma sarà completamente inutile imitare in tutto e per tutto chi tanto ci fa appassionare, perché ciò che funziona per un altro, non funzionerà per noi.

Sarà utile prendere spunto, provare, testare, imparare tecniche, strategie ma dobbiamo essere più che consapevoli che nulla è replicabile come carta carbone.

Pertanto, quando cadrai in tentazione, non dovrai avere timore, ma bensì:

Non avere fretta di fare le cose, di agire senza un piano.

Non mettere mai il mezzo davanti al tuo scopo.

Mi ritrovo molto spesso (ed è il mio lavoro, la mia passione) a far riflettere imprenditori e professionisti sul fatto che ci sono tantissimi “luoghi comuni” che in un qualche modo bisogna saper riconoscere e superare.

Ad esempio?

  • La comunicazione istituzionale/impersonale è quella che usano tutti e che va bene
  • Per diventare memorabili bisogna essere ossessivi/ossessionanti

Scrivere contenuti senza dare quel tocco che solo tu puoi dare e lasciarsi andare solamente a standard del tipo “siamo un’azienda leader di settore che offre servizi a 360 gradi” e scambiare la comunicazione con puri spot promozionali che bombardano senza essere richiesti la testa delle persone, diventano prassi a cui è difficile sfuggire.

D’istinto punti il focus su di te e su quello che offri/vendi ma non sta affatto lì il segreto del successo.

Non è semplice comprenderlo, c’è bisogno (forse) di sbatterci un po’ la testa.

Ma una volta che lo avrai interiorizzato, ecco sarai pronto/a.

Ora comunicherai con efficacia.

Avrai fatto cadere le (tue) maschere e sarai autentico/a, unico/a.

Riuscirai ad essere capace di quell’empatia nei confronti del tuo interlocutore che lui/lei sarà pronto ad ascoltare il tuo messaggio, perché parla di lui/lei.

Ce l’hai fatta!

 

Sul mio canale Telegram ogni mattina alle ore 8 mi impegno a condividere qualcosa di utile per aiutarti a comunicare. Non ti offro facili soluzioni, ma aspetti su cui riflettere.

Francesco Costanzini

Mi chiamo Francesco, classe 1978, papà di 3 bambini. Scrivere è un'esigenza. Una passione ed oggi una professione. Amo la mia famiglia, il digitale, il calcio, il nuoto e la buona tavola. Aiuto Terzo Settore, imprese e professionisti a comunicare grazie ad un metodo che si basa sulla "reputazione digitale"

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInYouTube