buzzoole code

Quante volte ti sarà capitato di pensare di voler comunicare una cosa quando avevi già organizzato tutto e con la scadenza imminente?

Come ti sei comportato/a?
Non ti è salita l’ansia?
Che risultati hai ottenuto?

Molto spesso pensiamo che la comunicazione sia un aspetto da non prendere in considerazione se non a giochi fatti quando organizziamo.

In realtà l’aspetto comunicativo è da mettere in sincronia con tutte le altre fasi.

Non si può promuovere un qualcosa partendo da zero, senza aver alcuna fondamenta e pensando di farlo in fretta.

Bisogna avere un progetto.

E’ indispensabile costruire una strategia.

Si deve avere in mente cosa è necessario fare per entrare nel giusto immaginario collettivo dei nostri potenziali clienti/utenti e far capire loro quello che desideriamo comunicare.

E non si tratta di un processo breve, almeno se pensiamo di farlo affidandoci al mondo digitale.

Per essere ascoltati dobbiamo essere autorevoli, le persone si devono in qualche modo fidare e perciò abbiamo dovuto “convincerle” in qualche modo (attraverso i nostri contenuti) nel recente passato.

Non possiamo saltare fuori all’improvviso e pensare che con due post riusciremo a convincere qualcuno a compiere un’azione che desideriamo tanto faccia.

Nella vita reale pensiamo di essere in grado di farlo?

Andiamo da sconosciuti e gli chiediamo di fare quello che vogliamo senza prima presentarci, renderci ai loro occhi affidabili e tutto quello che ne consegue ?????

Se siamo così bravi offline, non potremo esserlo online se prima non abbiamo costruito la reputazione, una relazione con chi faticosamente abbiamo intercettato, facendoci percepire come detentori di quella competenza specifica.

Quindi, non avere fretta.

Pensa attentamente a tutti i passaggi necessari affinché tu non debba disperdere energie e tempo/denaro inutilmente.

Ecco cosa dovresti fare:

  • trova il tuo posizionamento (chi sei? cosa fai? come vieni percepito? quale la tua unicità?)
  • pensa a chi ti rivolgi (quale il mio utente/cliente ideale? chi è? cosa fa? come si comporta? a cosa è interessato/a?) ed al mercato in cui ti vuoi collocare
  • pensa a come comunicare con queste persone (in che modo? che problemi risolvi loro? a cosa ambiscono? dove le intercetto? che contenuti possono essere di loro interesse?)
  • inizia a comunicare (ricordati di: dare, non chiedereessere utiie non promozionale)
  • chiedi solo a chi è veramente pronto ad ascoltarti

Se riuscirai a fare questo prima di chiederti solo a giochi fatti come comunicare qualcosa (o come, ad esempio, fare iscrivere le persone ad un evento) allora otterrai risultati a lungo termine.

Il tutto e subito non esiste.

Non esistono scorciatoie a cui puoi appigliarti.

Continua a fare dei post (che nessuno legge) in cui chiedi a perfetti sconosciuti di venire al tuo evento megagalattico e temo che non otterrai ciò che vuoi.

Non chiedere al professionista di turno, ad una settimana dal lancio del tuo prodotto di aiutarti a comunicarlo… perchè la risposta non può essere “faccio alcuni post su Facebook ed anche Linkedin”

Senza strategia non ottieni nulla.
Un vecchio spot diceva “Prevenire è meglio che curare”, o no?

 

Ti aspetto su Itunes, Spotify o Apple Podcast: ogni settimana approfondisco un tema relativo al mondo della comunicazione digitale!

Francesco Costanzini

Mi chiamo Francesco, classe 1978, papà di 3 bambini. Scrivere è un'esigenza. Una passione ed oggi una professione. Amo la mia famiglia, il digitale, il calcio, il nuoto e la buona tavola. Offro le mie competenze digitali ad aziende, liberi professionisti, associazioni, enti per la propria comunicazione.

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterest