• Quale dubbio ti assale quando devi scegliere un percorso formativo?
  • Hai presente la sensazione che provi quando frequenti un corso?

Ecco alcuni spunti per orientare le tue scelte e per capire se alla fine hai optato per il corso di formazione più utile per te.

Sapersi orientare per saper scegliere

Hai bisogno di approfondire un tema specifico e stai cercando di cogliere delle occasioni per colmare le tue lacune?

Cercando su Google potresti trovare un universo mondo di corsi (a pagamento) su quel tema.

Vi sono poi piattaforme specifiche su cui potresti trovare molta offerta.

Penso a Udemy, Corsi.it, Academy di ogni tipo…

Ti suggerisco un approccio mentale, per cominciare.

Non temere di perderti qualcosa, non farti annebbiare dalle offerte last minute e “solo per oggi”: sono tecniche che funzionano proprio perché si basano sul concetto della scarsità (una leva di marketing ben spiegata da Cialdini ne “Le armi della persuasione”). 

Se su Youtube o su Facebook ti compaiono inserzioni pubblicitarie di personaggi semisconosciuti che da Dubai o New York vendono il loro super-corso, non fidarti al primo colpo. 

Se proprio pensi possano fare al caso tuo, segui il formatore su altri canali, magari guarda il corso di lancio gratuito e riponi in lui/lei la tua fiducia solo dopo un’analisi specifica del tutto, confrontata con le tue sensazioni e aspettative.

Ti suggerirei un altro itinerario.

Trova un attimo di calma nella tua giornata e inizia a focalizzare bene su cosa esattamente hai bisogno:

  • Vuoi approfondire un argomento?
  • Hai bisogno di imparare da zero uno o più concetti?
  • Sei curioso/a e vorresti saperne di più di un tema specifico?
  • Vuoi acquisire competenze da spendere sul mercato del lavoro?
  • Cerchi maggiori sicurezze o vuoi un confronto su quanto stai vivendo tu?

Capita l’esigenza, compi ricerche specifiche coerenti,  partendo dai professionisti che già conosci o che hai iniziato a capire che possano essere molto ferrati sul tema di cui hai bisogno.

Iscriviti alle loro newsletter, leggi i loro blog, cerca se hanno realizzato video sull’argomento o se hanno in programma qualche webinar nel giro di qualche giorno/settimana.

Compi una ricerca anche sulle piattaforme di e-learning e verifica se questi professionisti risultano tra i formatori/docenti dei corsi.

Datti un po’ di tempo.

Cerca di capire quali di questi “personaggi” iniziano ad acquisire la tua stima, fiducia e in quali di essi apprezzi maggiormente anche l’approccio. 

Usufruisci dei loro contenuti “gratuiti” e poi scegli l’offerta che più si confà alle tue esigenze, basandoti sulle analisi che ti ho suggerito, oltre che verificare qualche recensione e capire (magari tramite qualche social) se qualche tuo contatto/collegamento/collega/amico-a ha acquistato da loro e come si sono trovati.

Non farti prendere dalla fretta, datti un limite temporale però.

Al prezzo fai attenzione.

Prezzo basso = bassa qualità?

Può essere, ma non sempre.

Come sempre ti suggerisco di non generalizzare.

Guardati in giro, potrebbe essere che il prezzo basso sia dovuto alle politiche della piattaforma (es. Udemy) o che tu paghi molto perchè il formatore è davvero uno dei professionisti più autorevoli o ricercati del momento.

Insomma… dipende.

Webinar = corso?

A quanti webinar hai assistito in questi due ultimi anni?

Fai attenzione, un webinar non è un corso completo.

Un webinar aiuta il formatore a vendere un servizio/prodotto successivamente (ti ho svelato un segreto di Pulcinella?) e per definizione non è e non può essere un corso completo che si esaurisce in quei 45/50 minuti, tuttavia può darti indicazioni utilissime.

Seguire mille webinar non equivale ad un corso di formazione in cui potrai avere spunti, approfondimenti e avrai tempo a disposizione col docente per confrontarti con lui/lei.

Scegliere un corso online o in presenza?

Scegli ciò che ritieni maggiormente adeguato a te.

Valuta distanza, logistica, organizzazione, bonus e tutto ciò che ritieni utile.

Oggi si partecipa a corsi online in modo pratico, utile e con profitto.

Laddove puoi scegliere tra più soluzioni (con le normative Covid-19 non è sempre possibile organizzare corsi in aula) valuta quella che si conforma maggiormente a te ed alle tue aspettative.

Quando un corso di formazione è davvero utile

Il docente mi è piaciuto, gli argomenti erano interessanti e conformi a quanto mi sarei aspettato.

Ma come faccio a capire se ho investito tempo e denaro in modo utile?

Io ti suggerisco questo metro di valutazione.

  • Il corso ti ha messo in crisi?
  • Ti senti alquanto confuso/a?
  • Hai la testa piena di input e non sai da dove iniziare?

Ecco, quando hai queste sensazioni… credo che tu abbia fatto centro!

Io almeno quando acquisto un corso e provo queste sensazioni, capisco di aver compiuto la scelta giusta.

A quel punto cerco di mettere in discussione il mio operato (se si tratta di un corso scelto per approfondire) e con la testa piena di idee e azioni da compiere per svoltare, metto in ordine le idee. 

Fino ad oggi, mi sono sentito sempre così.

Perchè ho curato la scelta e mi sono affidato a persone che già seguivo e che avevo avuto modo di “conoscere” attraverso i loro contenuti e che avevano un approccio a me congeniale.