buzzoole code

Gutta cavat lapidem” mi ha insegnato la mia maestra alla scuola elementare (allora si chiamava così).

La gocciolina, piano piano, riesce a scavare la pietra/roccia.

La variabile in gioco è … il tempo.

Il lavoro di comunicazione è in fin dei conti questo.

Un lavoro di pazienza, di costanza.

Il raggiungimento del risultato è ovviamente direttamente proporzionale alla qualità di ciò che ci premuriamo di condividere, pubblicare…

Si è portati a pensare che nel breve periodo il web ci assicuri dei risultati grazie alla sua potenziale viralità.

Non c’è niente di più sbagliato.

Non guardare ai dati effimeri che puoi raggiungere con una genialata, con un’intuizione isolata … perché quella (anche se bella) sensazione è solamente momentanea.

Cerca, piuttosto, di ragionare sul lungo termine.

Affronta con te stesso/a la consapevolezza che senza perseverare all’infinito (o quasi) non otterrai dei risultati.

E che i primi riscontri li avrai solo dopo aver sbagliato, ricominciato, corretto … sempre senza perderti d’animo.

Guarda chi secondo te sta ottenendo dei risultati sul web nel campo che segui o che ti appassiona.

Lo/a vedrai in modo costante all’opera.

Non ci si può accontentare e se questa regola vale per chi ha un grande seguito e tanti clienti, perché non dovrebbe valere per noi?

Non devi scoraggiarti, non hai bisogno di impazzire.

Ma la fatica devi metterla in conto, non ci sono scorciatoie.

Immagina di avere un campo a tua disposizione, che con costanza devi coltivare.

Scegli tu come e con cosa, anche la frequenza, ma se lo lasci da solo non otterrai di certo il raccolto che speravi.

Non ti sto dicendo di postare una o più volte al giorno, di tediare, di ossessionare il prossimo, ma di curare il campo come se fosse la cosa più preziosa che hai al mondo.

Dona tempo e valore, fallo con continuità e man mano le persone si accorgeranno di te.

Non dimenticare che in tutto questo ci vuole strategia, ci vogliono obiettivi, ci vogliono misurazioni, ci vogliono test e poi magari anche cambi di direzione.

Puoi seguire questo schema:

content marketing

Parti dal costruire una tua strategia, diffondi con regolarità (e passione) contenuti che siano utili ai tuoi interlocutori, intreccia rapporti umani e solo così le persone entreranno volentieri in contatto con TE perché capiranno il tuo valore e saranno propensi ad ascoltarti e magari acquistare il tuo prodotto, il tuo servizio.

Buon lavoro e mi raccomando, non perderti d’animo!

Sul mio canale Telegram ogni mattina alle ore 8 (con costanza!) mi impegno a condividere qualcosa di utile per aiutarti a comunicare. Non ti offro soluzioni, ma aspetti su cui riflettere anche operativamente

Francesco Costanzini

Mi chiamo Francesco, classe 1978, papà di 3 bambini. Scrivere è un'esigenza. Una passione ed oggi una professione. Amo la mia famiglia, il digitale, il calcio, il nuoto e la buona tavola. Aiuto Terzo Settore, imprese e professionisti a comunicare grazie ad un metodo che si basa sulla "reputazione digitale"

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInYouTube